Scheda di lettura del Modulo 7, Approfondimento 6 di Giorgio Tartara

Gli autori, nell’esaminare gli aspetti della disabilità motoria partono da una sintetica definizione e dalla distinzione tra disabilità motoria “pura” e disabilità motoria accompagnata, come spesso accade, da altri deficit.

Le TIC e le TA (Tecnologie di Ausilio) svolgono una funzione protesica per consentire l’autonomia nelle attività scolastiche dopo un esame attento di esigenze e capacità del singolo e conseguentemente un periodo di addestramento specifico.

Viene quindi presentata una panoramica sufficientemente ampia dei dispositivi (tastiere e mouse) e dei software che facilitano e permettono ai disabili motori l’accesso al computer.

In questa scelta si deve prestare sempre attenzione ai due versanti del problema: capacità residue dello studente e obiettivi didattici da perseguire. Viene anche sottolineata l’importanza di individuare, con l’intervento degli esperti di questo settore, la postura adeguata e il miglior posizionamento possibile dell’ausilio.

Sarebbe stato opportuno approfondire le tecniche di CAA (Comunicazione Aumentativa e Alternativa) che rappresentano un ausilio indispensabile per tutti gli studenti disabili motori con problemi nella comunicazione orale, si suggeriscono alcuni indirizzi nei quali reperire le opportune informazioni:

http://www.benedettadintino.it/centro/
http://www.unpassoavanti.it/Comunicazione%20Aumentativa%20Alternativa.htm
http://www.alihandicap.org/Com_au.htm