Scheda sull’approfondimento

Storia e basi teoriche delle Tecnologie Didattichedi Chiara Succi e Lorenzo Cantoni, realizzata da Oscar Perino

 

 

Un’impressione soggettiva

Lo sviluppo del materiale di approfondimento non risponde alle aspettative che il titolo alimenta.

 

 

Impostazione e sviluppo

In apertura si ripropone la definizione assunta dalla Comunità Europea (descritta e ripresa in più moduli), di eLearning.

 

§    A seguire c’è una carrellata delle più diffuse tecnologie in uso nell’ambito educativo.

§    Si passa ad elencare le motivazioni e gli obiettivi a sostegno dell’uso delle tecnologie.

§    Poi vengono allineati i parametri che intervengono e agiscono nella progettazione educativa.

§    Infine si fa riferimento al contesto pedagogico

 

Il tutto in forma molto sintetica (e questo può essere il pregio del contributo).

Anche i riferimenti alle teorie dell’apprendimento si risolvono in alcune pillole.

 

 

Lo schema si limita ad etichettare in funzione della rappresentazione grafica gli enunciati del materiale.

 

 

 

Spunti per la riflessione

Come suggeriscono gli stessi autori

- Quali sono – realisticamente – le ragioni che giustificano un uso delle nuove tecnologie dell’informazione e della comunicazione nella mia scuola? Nella mia attività d’aggiornamento e d’insegnamento?

 

 

Sitografia

Per chi volesse ampliare il quadro http://www.elearningeuropa.info/ punto di raccolta di informazione sull’uso di tecnologie multimedia e internet al servizio dell’educazione e della formazione. Parte integrante del Piano d’Azione eLearning, della Direzione Generale di Educazione e Cultura della Comunità Europea.