Scheda sull’approfondimento

“Ruolo delle tecnologie nell'innovazione scolastica” di Evelyne Gobbo, realizzata da Oscar Perino

 

Premessa:

Il materiale propone in forma piana e sintetica concetti noti e presenti anche in altre documentazioni.

E’ la stessa autrice ad indicare il focus del suo lavoro:

Qualsiasi tecnologia, una volta introdotta, modifica il luogo sociale che l’accoglie. L’ambiente propriamente scolastico, con l’introduzione delle TIC, subisce una serie di molteplici cambiamenti sui quali è giusto riflettere.

... Questo corso si propone di analizzare con particolare attenzione le trasformazioni che l’innovazione tecnologica comporta

 

Il contributo ordina le componenti che, in un ambiente di apprendimento, devono misurarsi con i cambiamenti che l’innovazione tecnologica scatena o sottende.

 

Lo schema illustra il contenuto concettuale del materiale.

Queste note richiamano alcuni concetti per velocizzare l’eventuale lettura.

 

§    Richiamo agli assunti normativi ed alla radicata presenza delle tecnologie nel quotidiano per ribadire l’obbligo d’attenzione per la scuola

§    Rivalutazione del “sapere tecnologico” con le specificità di atteggiamento propositivo e creativo che questo comporta

§    Disponibilità all'innovazione come tratto strutturale della professionalità docente

§    Formazione permanente e ricorrente del docente per uscire dall’isolamento e sviluppare l’interazione professionale

§    Modificazioni dei ruoli sia dei docenti sia degli studenti (Supporto/Guida – Partecipazione attiva/collaborativi

§    Flessibilità progettuale

§    Perdita del controllo totale della lezione

 

Riferimenti teorici

In premessa viene brevemente illustrato (già diffusamente descritto nel lavoro di Calvani Quale ruolo possono giocare le Tic sui processi di apprendimento), l’approccio deterministico che le TIC scatenano tra i docenti.

In un’ottica costruttivista, si passano poi in esame le categorie implicate dall’innovazione.

La classificazione è stringata: Ambiente fisico – Ambiente Apprendimento.

L’ambiente di apprendimento viene poi articolato in: Docenti e Studenti

Per ognuna sono enunciate le necessarie o auspicabili  mutazioni. Più diffusamente si pone attenzione alle sollecitazioni cui devono dare risposte i docenti.

 

Aspetti operativi - Spunti per una possibile discussione

Il contributo non contiene degli aspetti operativi. Si suggerisce di utilizzare la seconda proposta di attività riportata in “Spunti di riflessione” come stimolo alla discussione

Provare a cambiare la sistemazione dell’aula multimediale e trarne riflessioni